Cos’è un disco da taglio?

Una ruota da taglio è un tipo speciale di disco che viene utilizzato per tagliare il metallo. Questi dischi sono spesso utilizzati nell’industria delle costruzioni e delle riparazioni, così come in altri mestieri della lavorazione dei metalli. Inoltre, queste mole sono utili anche per tagliare rivetti e altri tipi di elementi di fissaggio.

Una ruota di taglio ha un cerchio, chiamato “raggio”. Il raggio è più piccolo di un disco standard e quindi non ruota liberamente, ma solo all’interno della cassa o del mozzo della ruota. Puoi trovare dischi da taglio realizzati con molti materiali diversi, tra cui acciaio da taglio, alluminio o titanio.

Di cosa è fatto un disco da taglio?

Un disco da taglio è costituito da un disco circolare in acciaio con un tagliente che ruota a velocità regolabile. Il disco è solitamente rivestito con una sostanza come il corindone per un maggiore comfort e presa. Ciò consente al disco di scivolare dolcemente sulla superficie di taglio senza catturare o catturare le fibre. I dischi sono solitamente realizzati in Corundin per una migliore durata ed economia. Un disco da taglio quando è in uso, dovrebbe normalmente essere utilizzato con una maniglia sulla macchina del disco. Ciò consente di manipolare facilmente la macchina e regolarne la posizione.

I tipi di abrasivi come corundina o zirconio sono legati con una colla, un legante. Può essere in gomma, bachelite o metallo…

Il miglior disco da taglio per professionisti

Tutto dipende dall’uso che ne farai. Se vuoi tagliare velocemente senza preoccuparti della finitura, ad esempio, scegli un disco con bassa granulità. Questo disco è progettato per tagliare materiali diversi a seconda della velocità impostata rapidamente.

D’altra parte, se stai cercando una finitura di taglio ordinata, usa un disco con una forte granulità, il disco sarà meno brusco, taglierà più ordinatamente ma lentamente.

Quando si sceglie un disco da tagliare, è necessario tenere conto del materiale da tagliare, dell’applicazione e del budget, e quindi, leggere la sua nomenclatura ecco un esempio in rosso sull’immagine qui sotto.

Disco da taglio in metallo

In questo esempio abbiamo un disco con le informazioni “C60T-BF41”

C: la prima lettera

  • A corrisponde a Corindone,
  • C al carburo di silicio,
  • da Z a zirconio,
  • Grana ceramica CO,
  • ZA in zirconiano di Corindin/corindone
  • Corindone AC/carburo di silicio

60 è la cifra corrispondente alla dimensione delle particelle

Da 20 a 80, questa cifra esprime la concentrazione di grano. Più sarà alto, il disco consentirà un taglio lento ma con una finitura ordinata. Più bassa è la figura, il taglio sarà veloce a scapito della finitura che sarà grossolana.

T è la seconda lettera del disco da tagliare

Questa lettera classifica il disco in base alla sua durezza, le lettere disponibili esistono tra M e Z. un disco M è molto morbido, un disco con la seconda lettera Z è molto duro. Fondamentalmente, se tagli un metallo duro hai bisogno di un disco morbido e viceversa.

B è la penultima lettera

Questa penultima lettera ci informa sul legante (colla che assembla le granulità) utilizzato.
M = metallo, B = bachelite, V = vetro, R = gomma.

F è l’ultima lettera

F indica che il disco è più forte con un telaio in fibra di vetro. In questo modo si evita che il disco scoppi. Ci sono le lettere V (vetrificato) o B (resina).

Non classé

Redac' Written by:

Be First to Comment

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *